Plug In Digital, editore di Forgotten City, raccoglie 75 milioni di dollari per i giochi indie

Posted on

Unisciti ai leader del gioco, insieme a GamesBeat e Facebook Gaming, per il loro secondo Summit annuale di GamesBeat e Facebook Gaming | GamesBeat: Into the Metaverse 2 il prossimo 25-27 gennaio 2022. Scopri di più sull’evento.


Giochi indipendenti editore e distributore Collegati al digitale ha raccolto 75 milioni di dollari per pubblicare altri giochi come The Forgotten City.

La società di private equity Bridgepoint Group ha guidato il round e il denaro consentirà alla società di investire in un maggiore sviluppo ed espandere la propria presenza con accordi di pubblicazione di proprietà intellettuale multipiattaforma, ha affermato il CEO Francis Ingrand in un’intervista a GamesBeat. La società utilizzerà anche i soldi per fare investimenti strategici.

Ingrand ha fondato l’azienda a Parigi nel 2012 e l’ha trasferita a Montpellier, in Francia, nel 2019.

“Ho iniziato con l’idea di aiutare gli indie e gli editori a distribuire digitalmente perché 10 anni fa non era facile”, ha detto Ingrand. “Era nuovo per loro ed erano più specializzati nella distribuzione fisica”.

Evento

Il 2° Summit annuale di GamesBeat e Facebook Gaming Summit e GamesBeat: Into the Metaverse 2

Per saperne di più

Plug In Digital continuerà a operare in modo indipendente nello spazio dei giochi e ad espandere il suo portafoglio di pubblicazione e distribuzione, aumentando la sua presenza sia nello spazio digitale che fisico con IP globale e multipiattaforma.

“Abbiamo seguito da vicino il settore dei videogiochi per un periodo di tempo e siamo rimasti colpiti dal viaggio di Plug In Digital fino ad oggi”, ha affermato Olivier Nemsguern, partner di Bridgepoint Development Capital, in una dichiarazione. “L’azienda è ben posizionata e ha costruito un grande marchio nello spazio editoriale, facendo affidamento sul suo team di leadership impegnato e competente. Non vediamo l’ora di collaborare con l’azienda durante il suo prossimo capitolo di sviluppo”.

Sopra: Francis Ingrand di Plug In Digital.

Credito immagine: Plug In Digital

Plug In Digital è diventato rapidamente un distributore ed editore di giochi a servizio completo per i giochi più emozionanti di oggi su PC, cloud, console e piattaforme mobili. Le due etichette editoriali dell’azienda, Dear Villagers e PID Games, vantano un portfolio impressionante che abbraccia una varietà di
i generi più popolari di oggi, raggiungendo giocatori su tutte le piattaforme e offrendo giochi divertenti, distintivi e audaci al pubblico globale.

Nel 2018, l’azienda ha raccolto un piccolo giro di due milioni di euro e si è espansa in Cina. Era un piccolo giro, ma Ingrand ha detto che preferiva dimostrare l’attività dell’azienda e procedere passo dopo passo.

“Questo è il nostro primo vero finanziamento che ci accelererà dal punto di vista editoriale”, ha affermato Ingrand.

Con la pandemia, l’azienda ha visto un’impennata di crescita e così Ingrand ha deciso all’inizio dell’anno di raccogliere fondi.

“Questo si è rivelato il momento perfetto per raccogliere più soldi”, ha detto. “Possiamo investire in produzione e M&A.”

Ingrand prevede che la società acquisirà alcuni studi per realizzare i propri giochi.

Plug In Digital ha registrato una crescita del fatturato annuo del 50% negli ultimi cinque anni, facendo un passo avanti con la sua etichetta editoriale di punta Dear Villagers che ha lanciato più di otto titoli multipiattaforma e cross-gen nel mercato globale dei giochi sin dal suo inizio nel inizio 2019.

Uno dei suoi titoli più recenti, The Forgotten City, è stato lodato dalla critica internazionale per il suo design unico e accattivante, nonché per la sua narrativa e dialoghi eccezionali ed è stato un notevole successo commerciale. PID Games, la seconda etichetta sotto l’ombrello di Plug In Digital, è focalizzata sull’offerta di studi di pubblicazione flessibile o supporto di co-pubblicazione su PC, console e dispositivi mobili. L’attività generale è divisa al 50-50 tra editoria e distribuzione ora.

“La nostra massima priorità è Dear Villagers e rafforzare il nostro gioco, ma continueremo a investire nella distribuzione”, ha affermato.

PID è sulla buona strada per pubblicare 30 giochi quest’anno dai suoi partner di sviluppo globali. Altri titoli includono Alba: A Wildlife Adventure e Paper Beast. L’azienda conta circa 50 persone e sta assumendo.

GiochiBeat

Il credo di GamesBeat quando copre l’industria dei giochi è “dove la passione incontra il business”. Cosa significa questo? Vogliamo dirti quanto le notizie siano importanti per te, non solo come decisore in uno studio di gioco, ma anche come fan dei giochi. Sia che tu legga i nostri articoli, ascolti i nostri podcast o guardi i nostri video, GamesBeat ti aiuterà a conoscere il settore e a divertirti a interagire con esso.

Come lo farai? L’iscrizione include l’accesso a:

  • Newsletter, come DeanBeat
  • I meravigliosi, istruttivi e divertenti relatori dei nostri eventi
  • Opportunità di networking
  • Interviste, chat ed eventi “open office” riservati ai soli membri con lo staff di GamesBeat
  • Chatta con i membri della community, lo staff di GamesBeat e altri ospiti nel nostro Discord
  • E forse anche un divertente premio o due
  • Presentazioni a feste che la pensano allo stesso modo

Diventare socio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *